.
Annunci online

  scrittricesivive
 
Diario
 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sto leggendo

L'AMANTE INVISIBILE
L'erotica sciamanica
nelle religioni
nella letteratura
e nella
legittimazione politica

(E. Zolla)

 

Sto mangiando

Pane pomodorini e olive nere toste.

Si accettano sughi all'anciova

via postacelere.

Ragazzi sono a dieta, INGRASSANTE.

 

BAU CETTE!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         

           

 

 

 

 

 

 

 

Locations of visitors to this page


11 febbraio 2009

DOVE ACQUISTARE IL MIO LIBRO

Ciao a tutti, vorrei invitare coloro che sono interessati ad una copia del mio libro di rivolgersi direttamente a me e non all'editore.


2 luglio 2004

XLIV.

Certi occhi

intagliati nel ghiaccio

si sciolgono

al tepore del mio petto

in sonni improvvisi

e sorridenti bambini.

(Rossella Stefini)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rossella stefini legge occhi libro poesia

permalink | inviato da il 2/7/2004 alle 23:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


3 maggio 2004

LA POESIVENDOLA

CATENE D'ACQUA

AL POLSO

MI RIPORTANO

I RIFLESSI BAGNATI

DEI TUOI LIMPIDI OCCHI.

 (ROSSELLA STEFINI)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rossella stefini legge ochi libro poesia

permalink | inviato da il 3/5/2004 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


24 aprile 2004

FELICITà

Un giorno un giornalista mi ha chiesto di parlargli della felicità,e la mia risposta deve essergli piaciuta, perchè l'ho vista pubblicata su un giornale. Era questa:

 

La felicità?... è un bene assoluto, o c’è, o non c’è: non credo si possa essere “un po’ “ felici, perché la felicità quando c’è ti invade, ti ricolma, non ti fa esitare nella risposta quando qualcuno ti chiede se la provi. Non c’entra nulla con la serenità, con l’assenza di preoccupazioni, con la pace dei sensi, non può essere uno stato permanente, e per quanto mi riguarda la felicità è un’illuminazione improvvisa, un senso di appartenenza completa alla ruota degli eventi, quasi sempre una sorpresa per un dono che la vita mi presenta. E la miglior sorgente di questo dono è il contatto di due anime, io credo. Ma a questo contatto bisogna esser predisposti, bisogna conoscere se stessi, la propria natura, bisogna amarsi, lasciare ogni infingimento, scoprire l’onestà e abbandonare le censure in nome della bellezza unica che ci appartiene in quanto semplicemente esseri umani: il sentimento, la cosa più autentica che può nascere dentro di noi. Cosa altro può generare la felicità? Una presenza. Qualcuno a noi caro esiste, e questo può bastare, a me può bastare per essere felice. Io sono felice in questo momento e non so se, come mi pare, con il passare del tempo si affini la mia capacità di cogliere occasioni di felicità. Proprio per questo, non cambierei il momento che sto vivendo con un altro momento perché, per qualche strano caso,  più vivo e più ho motivi di essere felice. Spesso sento discorsi sui “bei tempi passati”, ma l’età dell’oro per me è questa, e quella che dovrà venire. Non penso che non ci saranno difficoltà, che non accadranno gravi eventi nella mia vita. In realtà sono pronta a tutto, anche alle cose peggiori, per un certo innato pessimismo o direi  realismo. Ma questo non importa, la vità rimarrà piena di ancora tanti regali, senza dubbio. Basta esser predisposti a riceverli. Se dipenda da noi o da qualcun altro, questo non lo so. In una poesia ho scritto che non contano gli eventi che ci accadono, i nostri scopi, il nostro affannarci, ma solo uno sguardo divino/che decida/dall’alto/di donarti/te stesso.”


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rossella stefini legge occhi poesia libro

permalink | inviato da il 24/4/2004 alle 16:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


24 aprile 2004

EROS E THANATOS

No, non è un ponte il mio corpo; non puoi attraversarlo e salvarti, non puoi evitare il fiume.(Tasos Korfis)

Questa brevissima composizione fa parte di una raccolta-gioiello donatami.

Si tratta di una settantina di poesie moderne greche tradotte per la prima volta in italiano e appena pubblicate.

EROS-THANATOS POESIA GRECA MODERNA

a cura di Natasha Rouchota

Edizioni Ariele-Milano

Ve lo consiglio, e spero che sia un modo come un altro per far emergere una cultura nascosta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eros thanatos poesia greca moderna

permalink | inviato da il 24/4/2004 alle 16:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

Diario
LE MIE POESIE
MEDICINA
DANZA ORIENTALE
VIDEOSOGNI
GERMI LETTERARI
FACOLTà DI MEDICINA ATENEO DI BRESCIA

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ESOTERICA
SCRITTORISIMUORE
VAGABONDANDO
NEWSLETTER STUDENTI ATENEO DI BRESCIA
eCarta
ANDYLAROCK

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom